Pietro Sanfilippo

Marketing, Comunicazione, Formazione

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

I vantaggi del mobile marketing secondo Google

E-mail Print PDF
There are no translations available.

google2.0.0Che ci piaccia o no Google ha rivoluzionato il modo di fare marketing. Il più importante motore di ricerca al mondo attraverso i suoi sofisticati algoritmi di indicizzazione e grazie ai tanti strumenti, gratuiti e non, progettati per accrescere la visibilità di siti, blog e social ha costretto imprese ed organizzazioni a tenersi aggiornati per non perdere posizioni o addirittura non rischiare di scomparire dal web.

Oggi è Google a certificare l'esistenza di un'azienda o di un'organizzazione. Se Google non ti indicizza per il cybercliente non esisti o quasi. Google esercita una posizione dominante e anticoncorrenziale? Probabilmente si, ma aziende ed organizzazioni che non vogliono correre il rischio di rendersi "invisibili" devono stare al passo con le innovazioni

introdotte dal colosso americano ed anche conoscerne le strategie di breve e medio termine per cogliere tempestivamente nuove opportunità. La rete è piena di notizie e recensioni e in questo ci aiuta. Ma ritengo sia soprattutto la conoscenza approfondita del sito di Google, e di tutte le soluzioni da esso proposte a doverci guidare.

Un'altra importante risorsa per capire inche direzione sta andando il marketing sono i rapporti che Google mette ha disposizione per comprendere modalità e natura delle ricerche svolte attraverso il motore. Un rapporto periodico è "Understanding Coonsumers' Local Search Behaviour" è un abstract, facilmente rintracciabile su internet e che è preferibile leggere nella versione inglese. Quali sono i devices con cui il consumatore fa ricerca in rete? Quando e dove li usa? Quale correlazione esiste fra ricerca in rete e atto di acquisto? Il report di Google, benchè non recentissimo, risale infatti al 2014 e legato ad un'analisi di dati internazionali, è illuminante per farci capire l'evoluzione dei comportamenti di acquisto che è in atto anche in Italia.

Lo smartphone è lo strumento principale attraverso cui il consumatore ricerca l'informazioni locale, riferita cioè a l suo luogo di residenza o nel quale trascorre più tempo. A distanza seguono i computer e i tablet. L'informazione ricercata è data in primis da orari di apertura, indicazioni stradali, indirizzi, ma subito dopo viene la disponibilità di prodotti e servizi, Lo smartphone è utilizzato per fare ricerca di fornitori locali in ogni circostanza: a casa, per strada, sul luogo di studio o di lavoro, al bar e al ristorante e molto spesso nel luogo del potenziale acquisto.

Chi ricerca informazione locale è più propenso ad acquistare: il 18% di coloro che hanno ricercato informazioni a livello locale tramite il proprio smartphone ha effettuato un acquisto, contro il 7% di coloro che effettuato ricerche al di fuori dell'ambito locale. ma sono anche altri i dati interessantissimi che emergono da questo rapporto.

Il 50% di coloro che ricercano un negozio con il proprio smartphone lo visitano nell'arco di un giorno. Questa percentuale, scende al 37% se la ricerca è effettuata tramite computer o tablet. Il 72% di coloro che ricercano informazione localeha visitato almeno un negozio entro il raggio di 5 miglia.

Una chiave di successo nel rapproto con il cliente è dunque la capacità di costruire campagne personalizzate nei contenuti e geolocalizzate, in base alla residenza o al luogo in cui il cliente si trova o transita. Il rapporto rivela che il 67% dei consumatori che fanno ricerca locale tramite il proprio smatphone vuole pubblicità personalizzate in base alla propria città o codice postale di residenza.

Le inserzioni personalizzate e geolocalizzate su smartphone hanno portato il 32% dei consumatori a effettuare visite o acquisti in punti vendita locali, che per il 19% di loro non erano state pianificate in prcedenza.

E' evidente quindi che piccole e grandi attività commerciali o di servizio il mancato utilizzo degli strumenti di ricerca offerti da Google si traduce in una perdita di opportunità, di cui traggono vantaggio concorrenti anche meno capaci,ma "visibili" al momento delle ricerche. La pianificazione, la geolocalizzazione e la tempestività delle campagne di web advertising rappresenta l'altro fattore chiave. E' alla luce di tutto questo imprenditori e manager devono ripensare a come investire o riallocare i prorpi budget pubblicitari.

 

 

 

 

 

Share
Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
You are here: